Il Tar anticipa le collezioni con Preview

Tarì anticipa le collezioni con Preview


Preview è il nuovo format che Il Tarì offre alla sua vasta platea di operatori con una piattaforma reale dove poter affrontare le nuove dinamiche di business. Spazi di incontro dove le anteprime  costituiscono un punto di riferimento per le collezioni delle stagioni a venire.
In un mondo che cambia rapidamente anche gli eventi del Centro Orafo campano mutano pelle a partire dalla denominazione più immediata per un contenuto che mira evidentemente a prospettive globali, essenziali negli sviluppi del mercato contemporaneo.

L’immagine con cui si propone è nel logo con la stilizzazione del simbolo dell’infinito che diventa anche la pianta vista dall’alto delle sue due grandi piazze, luoghi di incontro e sinergie.

Tre le declinazioni di Preview posizionate nei momenti strategici dell’anno già consolidati dal Tarì, a marzo, maggio e ottobre (Spring, Summer e Winter) di cui quella di marzo, dal 14 al 16, rappresenta il primo imperdibile appuntamento con proposte per la primavera/estate 2020. Spazio alle aziende provenienti da tutto il territorio nazionale ed alle loro novità, ma anche momenti di incontro e di conoscenza attraverso numerosi eventi che  avranno per tema il Mediterraneo. Ed è proprio in seno a questa realtà culturale ed economica che si sviluppa la sinergia con ICE Italian Trade Agency che, attraverso il progetto Focus on the Mediterranean Gold, prevede la presenza di cento buyers selezionati dai principali mercati internazionali, dal 14 al 15 protagonisti di incontri b2b per intraprendere nuove relazioni commerciali con gli operatori di settore.
 

Non solo, per tutti gli ospiti di Spring Preview, ll Tarì ha predisposto una serie di promozioni per rendere la partecipazione alla kermesse ancora più interessante. Tutte le specifiche e le opportunità sono consultabili nel sito dell’evento: www.springpreview.tari.it che raccoglie tutte le informazioni utili all’appuntamento.

SpringPreview riunisce un’ampia selezione di produttori italiani nei padiglioni Smeraldo e Rubino a cui si sommano le circa 400 aziende insediate stabilmente nel centro orafo, rappresentando così un’opportunità esclusiva alla scoperta de Il Tarì, un unicum italiano che racchiude sviluppo, business e tradizione.