Iniziative ICE: opportunit di business in Cina per le aziende de Il Tar


Iniziative ICE: opportunità di business in Cina per le aziende de Il Tarì
A novembre, in collaborazione con Confindustria-Federorafi, è prevista una collettiva italiana in occasione della terza edizione della “China International Import Expo - CIIE" di Shanghai


Nell’ambito dell'attività promozionale 2020 a supporto del settore della gioielleria, l'ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane prevede l'organizzazione della partecipazione collettiva di aziende nazionali orafo-gioielliere in occasione della terza edizione della "China International Import Expo - CIIE", la manifestazione in Cina voluta dal Presidente Xi e dedicata esclusivamente all’importazione di prodotti e servizi, che incentiva la presenza di espositori esteri, prevista in svolgimento presso il National Exhibition and Convention Center (NECC) di Shanghai dal 5 al 10 novembre 2020. Alla scorsa edizione hanno partecipato 181 Paesi con la presenza di oltre 600.000 buyer su un’area espositiva di 360.000 metri quadrati. La partecipazione collettiva italiana viene promossa in collaborazione con Confindustria Federorafi - Federazione Nazionale Orafi Argentieri Gioiellieri Fabbricanti.  

La collettiva sarà organizzata all’interno del padiglione Quality Life/Luxury del CIIE che ospita un’area dedicata espressamente alla “Jewellery”. Nelle due precedenti edizioni, ai partecipanti è stato possibile effettuare un test di posizionamento prezzo/prodotto rispetto al consumatore cinese. Il CIIE è una manifestazione dedicata al B2C ma anche con grandi potenzialità al B2B2C per la tipologia di evento e per la partecipazione di visitatori/buyer selezionati e accreditati dagli stessi organizzatori.

Le esportazioni di gioielli italiani nella Cina continentale (esclusa quindi l’area di Hong Kong) nel 2019 sono state pari a poco più di 30 milioni di euro, con un'incidenza dello 0,4% sull’export totale della gioielleria italiana, segnando un incremento del +14,4% rispetto al 2018 (dati Centro Studi Confindustria Moda per FEDERORAFI). Il trend positivo è anche la conseguenza dalla politica commerciale del Governo cinese che dalla metà del 2018 ha abbattuto i dazi di importazione della gioielleria portandoli dal 20/30 per cento agli attuali 8/10 per cento, rendendo in questo modo molto più competitiva l’importazione diretta della gioielleria nella Cina continentale anche rispetto alle altre aree limitrofe. Tutte le informazioni utili sono facilmente reperibili al seguente link: https://www.ice.it/it/area-clienti/eventi/dettaglio-evento/2019/H1/004