Il Tar rilancia con una doppia partneship

Il Tari, per consolidare il posizionamento all’interno di uno scenario competitivo di prestigio e valorizzare la sua unicità promuove un nuovo piano strategico del Centro Orafo, la cui struttura è sinonimo di sfida imprenditoriale, di capacità organizzativa e di condivisione di obiettivi che rappresentano il meglio della creatività italiana attraverso il gioiello.

Per farlo, ha individuato due partner strategici per rafforzare la sua presenza sul mercato. Con il conferimento dell’incarico ad Havas PR Milan società italiana parte di uno dei principali gruppi di comunicazione a livello internazionale e a Loiralab esperta del mondo orafo, il Presidente Giannotti ha avviato di fatto la nuova fase del Polo Orafo di Marcianise.

Havas PR Milano ha il mandato di sviluppare un piano di corporate reputation incentrato sulla valorizzazione de Il Tarì presso i media e gli stakeholder chiave istituzionali, per posizionare il progetto al centro della filiera orafa italiana e darne visibilità a livello nazionale e internazionale.  All’interno di questo percorso verrà anche valorizzato il ruolo della scuola professionale Tads – Tarì Design School, riconosciuta dal MIUR: un luogo che si pone l’obiettivo di preservare e tramandare nel tempo le professioni che il Tarì già annovera, tra i partner, prestigiosi brand della gioielleria italiana.

L’agenzia di servizi editoriale LoiraLab, esperta nel mondo orafo, supporterà invece il Tarì nel rilancio all’intero dell’industry del gioiello focalizzandosi sull’unicità dei prodotti e servizi per l’utenza B2B. L’agenzia si occuperà di ridefinire l’immagine e il linguaggio de il Tarì attraverso una comunicazione web integrata, la realizzazione di eventi di settore e nuovi strumenti: a partire dalla Guida Annuale, passando per una presenza costante all’interno della testata Preziosa Magazine, fino ad arrivare alla creazione di nuovi appuntamenti in contesti premium e di riferimento propri dell’azienda.

Questo nuovo progetto di comunicazione nasce dalla volontà di raccontare una nuova fase volta ad ampliare la visibilità e a raccontare una storia imprenditoriale che accoglie oggi all’interno del suo spazio 3500 operatori del settore ed oltre 500 aziende di gioiello.