Ogni anno nel periodo natalizio, le strade delle città italiane si riempiono di luci e colori, di bancarelle e mercatini natalizi, dedicati all’acquisto di prodotti tipici.

Tra tutti i mercatini natalizi, sicuramente uno dei più caratteristici è quello ospitato dalla città di Napoli, in Via san Gregorio Armeno con le sue numerose botteghe artigiane dedicate al Presepe Napoletano, famoso in tutto il mondo.

E’ possibile ammirare la magica atmosfera e visitare questa strada ricca di tradizione durante tutto l’anno, non solo nel periodo Natalizio.

L'arte presepiale napoletana si è mantenuta inalterata per secoli, divenendo parte delle tradizioni artigianali più consolidate e seguite della città e più apprezzate nel mondo.

San Gregorio Armeno ha dato vita ad un’importante tradizione: per le famiglie napoletane, la visita alla città dei presepi è diventata una tappa fondamentale ed obbligatoria per la creazione del proprio personale presepe.

Qui i visitatori, possono anche osservare gli artigiani durante la creazione dei propri piccoli capolavori, realizzati grazie a tecniche trasmesse da generazione in generazione per secoli. In particolare, in questa strada è possibile trovare qualsiasi accessorio legato al presepe: edifici di piccole e grandi dimensioni, realizzati in sughero o cartone, oggetti meccanici attivati tramite elettricità come mulini, cascate,  pastori in terracotta dipinti a mano e statuette alte anche  30 cm in abito tessuto a mano.

L’aspetto predominante della natività è la sua perfetta fusione tra il sacro e il profano, che non coinvolge solo i pastori della Sacra Famiglia, i magi, i pastori di ogni dimensione e prezzo, ma anche le parodie di personaggi famosi del presente e del passato.

Stanno acquisendo sempre più rilevanza, nell’arte presepiale napoletana, anche i personaggi della tv, atleti, calciatori e politici. Tutte queste figure aggiuntive rispecchiano l’umorismo e la creatività del popolo napoletano, e sono diventate pian piano la maggiore attrazione delle botteghe di San Gregorio Armeno.

Alcuni artigiani si sono specializzati nella creazione di queste statuette così originali: tutti i personaggi pubblici che hanno avuto particolare rilevanza durante l'anno, e soprattutto nell'immediato periodo delle festività hanno l'onore di essere immortalati con una statuina, in modo ovviamente esagerato e provocatorio. E’ evidente è il Presepe napoletano non è solo una tradizione consolidata, ma un evento culturale che segue l’evoluzione del mondo e gli interessi della clientela, e questa è probabilmente la ragione per la quale questa’arte così antica ancora oggi sopravvive con grande successo.

Come arrivare:

Dalla stazione ferroviaria di Napoli Centrale, prendere la linea 1 della Metro e scendere a piazza Dante. Proseguire per Port'Alba e lungo via dei Tribunali.

L'occasione è ottima per visitare i luoghi più belli del centro storico di Napoli, Patrimonio dell'Umanità Unesco: dalla Chiesa del Gesù Nuovo, nell'omonima piazza, al Chiostro di Santa Chiara, da Napoli Sotterranea alla Cappella Sansevero.