Ieri nella giornata di chiusura di Mondo Prezioso il direttivo di Federorafi, un incontro di Federpreziosi e poi un tavolo comune


Tar_Federorafi_ciabatti-min

Il presidente del Tarì Vincenzo Giannotti con Ivana Ciabatti, a capo di Confindustria Federorafi

Si è chiusa nel segno del dialogo Mondo Prezioso, la rassegna del Tarì che in quattro giorni ha messo in vetrina le proposte di 380 aziende socie e 85 espositori esterni, con un fitto programma di incontri b2b con buyer europei resi possibili dalla collaborazione con l’Agenzia Ice nell’ambito del progetto “Tesori Nascosti“. La giornata finale ha lasciato spazio anche ad attività istituzionali: si sono svolti ieri al Tarì, infatti, il Consiglio Direttivo di Confindustria Federorafi, presieduto dalla presidente Ivana Ciabatti e salutato dal vicepresidente di Confindustria Caserta Beniamino Schiavone, e un incontro di Federpreziosi Confcommercio, alla presenza del presidente Giuseppe Aquilino e di alcuni esponenti dell’associazione che riunisce il mondo del dettaglio orafo italiano.

Tar_direttivo Federpreziosi-min

L’incontro di Federpreziosi Confcommercio ieri al Tarì

Al termine degli incontri, entrambi introdotti dal presidente del Tarì Vincenzo Giannotti, le due associazioni si sono sedute allo stesso tavolo per confrontarsi sulle priorità del sistema orafo con particolare riferimento al mercato interno. Un incontro importante che si è concluso con la preparazione di una lettera congiunta indirizzata al Ministero dell’Interno sul tema della semplificazione. Federorafi e Federpreziosi hanno inoltre deciso di avviare tavoli comuniper monitorare i cambiamenti del mercato e promuovere le azioni da intraprendere.

Tar_Federorafi_de Pascale-ciabatti-giannotti-evidenza

Da sinistra: Stefano de Pascale, direttore Federorafi; Ivana Ciabatti, presidente Federorafi; Vincenzo Giannotti, presidente del Tarì

“L’incontro delle due principali Federazioni rappresentanti del Mondo Orafo Italiano nel nostro polo di Marcianise – ha detto Vincenzo Giannotti – ha rappresentato un importante momento di confronto, una nuova opportunità per riflettere sulle esigenze dell’intera filiera orafa”. Una comunità di intenti condivisa dalla presidente di Federorafi, Ivana Ciabatti, che ha commentato: “È ora di agire con concretezza e con rinnovata determinazione”, e da Giuseppe Aquilino, che ha sottolineato: “La sfida oggi è quella di fare rete tutti insieme, valorizzando ognuno le proprie eccellenze e identità”.

 

http://preziosamagazine.com/produzione-e-dettaglio-si-confrontano-al-tari/